Crea sito

Archive for marzo 31, 2016

PREVENZIONE GRATUITA TUMORE DELLA PROSTATA: IL 2 APRILE IL CAMPER FONDAZIONE PRO SARA’ IN PIAZZA VITTORIA A NAPOLI

CAMPERNUOVO2 

Sabato 2 aprile la prevenzione gratuita del tumore della prostata fa tappa in Piazza Vittoria a Napoli. Il Camper della Fondazione PRO, (Prevenzione e Ricerca in Oncologia) sarà dalle 10 alle 14 in Piazza con  gli urologi che saranno a disposizione di  quanti vorranno farsi visitare gratis.  Non occorre prenotare; basterà dare il nominativo alle hostess ed attendere il proprio turno. Inoltre, per essere aggiornati sulle prossime tappe basta consultare il sito: www.fondazionepro.it o  scrivere a [email protected]

 

 

Ufficio stampa

Simonetta de Chiara Ruffo

Comunicazione – Eventi – Marketing

Cell +39 334.3195127

Email: [email protected]

 

 

NOTE SULLA FONDAZIONE PER LA PREVENZIONE E RICERCA IN ONCOLOGIA (PRO) E SULLA UNITA’ UROLOGICA MOBILE

 

La Fondazione per la Prevenzione e Ricerca in Oncologia (PRO) è nata nel Gennaio 2011 da un’idea del Professor Vincenzo Mirone, Ordinario di Urologia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II e Presidente di Prosud, e dell’Avvocato Antonio Mancino. La scelta nasce dalla consapevolezza che gli uomini dedicano poca attenzione alla propria salute e che esiste, ancora oggiAggiungi un appuntamento per oggi, una scarsa cultura della prevenzione; per cui si registra una maggiore incidenza ed aggressività delle malattie tumorali. Anche per questo motivo la Fondazione ha attivato nel maggio 2013 una Unità Urologica Mobile, che tocca le principali piazze delle città visitando gratis il pubblico maschile per sensibilizzarlo al controllo. Oltre alle piazze, il Camper opera anche presso Enti, Aziende e Istituzioni che facessero domanda per programmare delle tappe presso le loro sedi. Info e contatti: [email protected] o www.fondazionepro.it .

 

NEUROLOGIA: WORKSHOP NELLA CAPITALE DELLA DIETA MEDITERRANEA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
NEUROLOGIA: WORKSHOP NELLA CAPITALE DELLA DIETA MEDITERRANEA

7-8 APRILE A POLLICA-ACCIAROLI

 

La dieta mediterranea nella prevenzione delle patologie neurologiche a carattere neurodegenerativo (Alzheimer e Parkinson), autoimmune (sclerosi multipla) o vascolare (ictus cerebrale) sara’ al centro del workshop dal titolo “Dentro la neurologia del territorio – Workshop point of care su epilessia, Parkinson, Alzehimer e depressione”, in programma giovedi’ 7 e venerdi’ 8 aprile 2016 a Pollica-Acciaroli (Sa).

 

All’iniziativa, organizzata da Ainat (associazione dei neurologi ambulatoriali) e ideata e curata dal dott. Gennaro Barbato, responsabile scientifico insieme al dott. Pasquale Alfieri e al dott. Gennaro Cascone, interverra’ anche Stefano Pisani, sindaco di Pollica-Acciaroli da dove originarono le ricerche di Ancel Keys sulla correlazione tra corrette abitudini alimentari e longevita’ che, dopo ulteriori approfondimenti hanno portato al riconoscimento Unesco della dieta mediterranea quale patrimonio culturale immateriale nel 2010 e, piu’ di recente, alla vetrina dell’Expo di Milano e alla sottoscrizione della Carta dei Valori dei Comuni cilentani con la Regione Campania.

 

 

 

“Nel corso degli ultimi anni – spiega il dott. Barbato – le neuroscienze hanno avuto un forte slancio sia in ambito assistenziale che nella ricerca, grazie ad una maggiore conoscenza delle malattie e alla disponibilita’ di nuovi strumenti di diagnosi e nuovi approcci terapeutici”.

 

“A fronte di un aumento notevole di casi di malattie neurologiche, che va di pari passo con l’aumento della durata della vita, risulta, pero’, deficitaria l’assistenza al paziente. Nel caso di Alzheimer o Parkinson, o di malattie infiammatorie come la sclerosi multipla, si avverte l’esigenza di una gestione neurologica ‘esperta’ che, come evidenziato anche dal Piano Nazionale della Cronicita’, comporterebbe una riduzione dei costi pari al 30 per cento”, aggiunge il dott. Barbato.

 

“La Campania e’ l’unica regione in Italia con oltre 200 neurologi territoriali distribuiti in modo omogeneo su tutto il territorio: per utilizzare al meglio tali risorse occorrerebbe dare vita a una rete universita’-territorio-ospedale e seguire Percorsi Clinici Assistenziali, strumenti di gestione clinica che rispondono a specifici bisogni di salute, anche con lo scopo di aumentare la qualita’ dell’assistenza e dei servizi offerti”, ha sottolineato il dott. Alfieri…. Fine

L’ASSOCIAZIONE NAPOLI CULTURA E SVILUPPO DEL TERRITORIO PRESENTA IL PROGETTO DESTINATO AGLI ISTITUTI SUPERIORI DI II GRADO . DUE LIBRI PRESENTATI LEGATI DA UN UNICO FILO CONDUTTORE, ALLA PRESENZA DEL SINDACO DI NAPOLI E DI IMPORTANTI RAPPRESENTANTI DEL MONDO UNIVERSITARIO E DELLE ISTITUZIONI

Copertina%20male%20now

DI Lorenzo Fasano

L’ASSOCIAZIONE NAPOLI CULTURA E SVILUPPO DEL TERRITORIO PRESENTA IL PROGETTO DESTINATO AGLI ISTITUTI SUPERIORI DI II GRADO . DUE LIBRI PRESENTATI LEGATI DA UN UNICO FILO CONDUTTORE, ALLA PRESENZA DEL SINDACO DI NAPOLI  E DI IMPORTANTI RAPPRESENTANTI DEL MONDO UNIVERSITARIO E DELLE ISTITUZIONI

Lunedì 4 aprile alle ore 11 al Teatro Augusteo in Piazzetta Duca d’Aosta, Napoli, l’Associazione Napoli Cultura e Sviluppo del Territorio presenterà il progetto IL – Innovazione e Legalità, destinato agli Istituti secondari di II° grado. Il progetto è  finalizzato a fornire, attraverso un dibattito con autorevoli esponenti del mondo della cultura e della giustizia, un quadro di chiarezza rispetto al rapporto tra innovazione e legalità.  Scopo  dell’iniziativa è avvicinare i giovani alla lettura e alla scrittura, rafforzando l’idea che questi siano strumenti di libertà e sviluppo del pensiero etico. Il progetto, inoltre, intende affermare il principio che le nuove tecnologie possano aiutare moltissimo nel superare le criticità presentate dal mondo lavorativo e, contemporaneamente, rappresentare la più efficace forma di comunicazione di valori positivi, la cui amplificazione è data dall’impatto della rete nel quotidiano.

 

L’iniziativa è strutturata come un vero e proprio evento, dal format unico ed originale, che vede la presentazione, in contemporanea, di due libri apparentemente dedicati a materie diverse, ma uniti dalla stessa finalità, attraverso la testimonianza diretta dei loro autori, entrambi personaggi di rilievo nella società civile.

Il dottor Danilo Iervolino presenterà il Suo Now! Strategie per affrontare le nuove frontiere del web, edito da Mondadori, e il dottor Catello Maresca – sostituto procuratore presso la DDA di Napoli – parlerà del Suo ultimo lavoro Male Capitale – La misera ricchezza del clan dei casalesi  – edizione Giapeto.  Ciò permetterà ai presenti di comprendere la reale e immensa portata della rivoluzione digitale, e contemporaneamente di ritrovare quei valori positivi da perseguire per il miglioramento della società civile.

Con gli autori saranno presenti :

-il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris,

-il Prof. Rosario Bianco – presidente dell’Associazione ,

-il Prof. Luciano Chiappetta – consigliere del Ministro e coordinatore del Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione,

-il Dottor Nicola Graziano – magistrato e professore di diritto civile presso l’UniPegaso, da anni impegnato nella formazione e valorizzazione delle giovani risorse,

-la Dott.ssa Luisa Franzese – Direttore Ufficio Scolastico Regionale della Campania.

L’incontro sarà moderato dalla giornalista Simonetta de Chiara Ruffo

La giornata sarà arricchita dai musicisti Federico Luongo ed Enzo Anastasio, che accoglieranno i ragazzi in teatro interpretando brani di Pino Daniele, e i Ditelo Voi, apprezzatissimi comici del cast di  Made in Sud.

 

La S.V. è invitata

Ufficio Stampa Rogiosi

Simonetta de Chiara Ruffo                                         

Cell. 3343195127                                                       

[email protected]

 

 

I LIBRI

Male capitale

La misera ricchezza del clan dei Casalesi

di Catello Maresca

Giapeto Editore s.u.r.l.

DESCRIZIONE

Dalla penna cui si devono il Dizionario e l’Enciclopedia delle Mafie, un libro onirico e insieme lucido, didascalico, capace di schiudere al pubblico segreti, rituali e filosofia dei più spietati clan della Camorra, e delle operazioni giudiziarie che li hanno condotti in carcere. Con l’esperienza del grande magistrato e la verve affabulatoria del narratore consumato, Maresca tratteggia per adulti e ragazzi una Campania dove nulla è come sembra: le parole scorrono lievi, tra perle di Labuan e cachemire, canarini e alligatori, e un clan dei Caponesi sospeso tra la cucina di casa e la Chicago degli anni ’30, mentre le immagini (molte delle quali inedite) tratteggiano un affresco crudo e a tratti surreale, in cui tetti d’amianto e rubinetti d’oro sono due facce della stessa medaglia; di quel sommo maleficio, cioè, che l’autore combatte sul campo da oltre quindici anni.

L’AUTORE

Catello Maresca, classe 1972, dal 1999 è Pubblico Ministero alla Procura della Repubblica del Tribunale di Napoli, sua città natale. Dal 2007 alla Direzione Distrettuale Antimafia, ha coordinato le operazioni “Zenit” e “Caccia al Tesoro” contro il clan dei Casalesi, diretto in prima persona le attività che hanno condotto all’arresto di Michele Zagaria, rappresentato l’accusa nel processo al gruppo Setola, coordinato “Spartacus III” contro il clan Schiavone e svolto investigazioni in sede Eurojust e Europol. Docente per la Federico II di Napoli e l’Università di Santa Maria Capua Vetere, è autore di svariati testi in materia di lotta alla criminalità organizzata: tra questi il “L’ultimo bunker”, nel 2012, con il giornalista Francesco Neri.

 

NOW!

Strategie per affrontare  le nuove frontiere del Web

Edizioni Mondadori

 

DESCRIZIONE

OggiAggiungi un appuntamento per oggi appare ovvio parlare di social network, di sharing, di opportunità legate alla Rete e all’utilizzo del Web, anche se spesso ci dimentichiamo che si tratta di un’innovazione recente, fra le più potenti e rivoluzionarie degli ultimi duecento anni. La generazione di coloro che non sono «nativi digitali» – chi è nato prima dell’avvento delle nuove tecnologie – cerca ancora di «resistere» a quest’onda travolgente. Ma si può far finta che i social network non esistano? Che il Web sia superfluo? Che l’e-commerce possa esser ridotto al livello di infima branca commerciale secondaria? E a che prezzo? Possiamo definirci uomini wireless in una civiltà wireless, che ha a propria disposizione il trampolino per un salto epocale, paragonabile solo all’invenzione della stampa.

Per la prima volta nella storia, attraverso i terminali che portiamo con noi – cellulari, tablet, notebook –, in collegamento con la Rete, cioè col mondo, possiamo considerare realistica l’utopia di un’accademia universale in cui ognuno è discente e docente, un luogo di sapere senza confini le cui aule ci accolgono perennemente, per una formazione che duri l’intera esistenza. Un anfiteatro delle vicende umane in cui tutti sono spettatori e, al contempo, attori protagonisti. L’universo informatico, la codifica digitale, le banche dati, gli ipertesti, gli iperdocumenti non solo offrono la possibilità di sviluppare sapere in tempi sempre più brevi, ma impongono un approccio fatto di continuo scambio con la società e di formazione permanente in ogni aspetto della nostra vita. Va da sé che il cambiamento deve essere assecondato e veicolato da un sistema scolastico e universitario completamente riformato, basato sul Web.

Sarà un cammino lungo, ma già si vedono chiaramente i segni di un’inversione di tendenza nella richiesta di formazione. Danilo Iervolino, fondatore dell’Università Telematica Pegaso che, come afferma in queste pagine, «beve e mangia e-learning dalla mattina alla sera, dorme con l’e-learning sotto il cuscino», con competenza e passione, accompagna il lettore in una acuta riflessione su tali argomenti, esortandolo ad assecondare il cambiamento che, dovunque si guardi, c’è, è velocissimo e non aspetta nessuno, anzi, ci chiede di «saltar su» e volar lontano. NOW!, adesso. Senza indugio. Tuttavia non bisogna dimenticare che la Rete siamo noi: momento per momento l’alimentiamo coi nostri contributi, facendola progredire, e allo stesso tempo impariamo da essa, evolvendoci a nostra volta; per questo l’autore afferma: «Vedo la e-life, la vita sul Web, come un’esistenza che va vissuta con lo stesso impeto di quella organica, in maniera ubiqua, portandosi addosso e dentro la macchina che abbiamo generato e che, adesso, fa parte di noi. Una macchina, il Web, che, nella contemporaneità, è sia figlia sia genitrice, capace di generare vita e pensiero».

L’AUTORE

Danilo Iervolino, classe ’78, è il più giovane presidente di università d’Europa, fondatore nel 2006 dell’Università Telematica Pegaso di Napoli, ateneo imperniato sui più moderni ed efficaci standard tecnologici in ambito e-learning. Ideatore di un nuovo metodo di formazione, ha saputo creare un’università che dialoga con tutte le principali forze produttive del Paese, di cui cura la  formazione con master e corsi di aggiornamento. Alla base, il principio che il sapere debba essere per tutti e di tutti.

CORRIAMO INSIEME CONTRO IL PARKINSON CONFERENZA STAMPA 31 MARZO ORE 11 AL CAMPUS BIO MEDICO

CORRIAMO INSIEME CONTRO IL PARKINSON CONFERENZA STAMPA 31 MARZO ORE 11 AL CAMPUS BIO MEDICO

Di LORENZO FASANO

Si terrà il prossimo giovedì 31 marzo alle ore 11 presso l’Aula Magna del Campus Bio Medico (Via Alvaro del Portillo, 200) la conferenza stampa di presentazione della RUN FOR PARKINSON’S 2016, la corsa non competitiva internazionale di sensibilizzazione giunta alla sesta edizione in Italia.

Saluto di apertura: Prof. Vincenzo Di Lazzaro, Responsabile UOC di Neurologia Campus Bio Medico

Moderatrice: Rosaria Renna, testimonial dell’edizione 2016, conduttrice televisiva e radiofonica RDS

Partecipano: Fulvio Capitanio, Coordinatore Globale e Vice Presidente Italia – Run for Parkinson’s Claudia Milani, Presidente Run for Parkinson’s Italia Dott. Nicola Modugno, Neurologo Campus Bio Medico, Consigliere Nazionale LIMPE Giulio Maldacea, Presidente Associazione We Are Parky ONLUS, organizzatore edizione romana Grazia Nardone, Presidente AIP Roma

27 città coinvolte, tra le quali Roma e Milano, nel corso dei mesi di aprile e maggio che coinvolgeranno migliaia di partecipanti, tra pazienti, amici, parenti e in generale chiunque voglia portare la sua testimonianza percorrendo un tratto del percorso. 10 nazioni partecipanti, 50.000 iscritti e 380.000 km percorsi nell’ultima edizione.

La vita del malato di Parkinson e quella della sua famiglia si trasformano in una maratona piena di ostacoli ma questa maratona può risultare meno gravosa con l’aiuto di altre persone o istituzioni. Da questa metafora nacque l’idea della corsa “a beneficio dei parkinsoniani e delle loro famiglie”.

Per conoscere e approfondire tutte le iniziative legate all’Italia Run For Parkinson’s visita il sito http://italia.run4parkinson.org. Tutti gli aggiornamenti e le date si trovano anche su Facebook, Twitter e YouTube.

PASQUA A NAPOLI CON MANI E VULCANI

castel%20dell'ovo 

PASQUA A NAPOLI CON MANI E VULCANI

Napoli, 22 marzo 2016 – Mani e Vulcani, l’associazione culturale presieduta da Antonello di Martino, dedica il fine settimana di Pasqua alle visite per tutta la famiglia alla scoperta di Napoli . Questi gli appuntamenti nel dettaglio:

26/27/28 marzo ore 10.30

Visita al Centro Antico di Napoli con i Narratori dell’Arte di Mani E Vulcani. Prenotazione obbligatoria 081.5643978 – 340.4230980 whatsapp 331.5012768. Quota di partecipazione 10,00 euro con minimo 10 partecipanti. Info: [email protected] – www.manievulcani.com

26/27/28 marzo ore 10.30

Cimitero delle Fontanelle con i Narratori dell’Arte di Mani E Vulcani. Prenotazione obbligatoria 081.5643978 – 340.4230980 whatsapp 331.5012768. Quota di partecipazione 10,00 euro con minimo 10 partecipanti. Info: [email protected] – www.manievulcani.com

sabato 26 marzo ore 10.30 e ore 20.30  e lunedi 28 marzo ore 10.30

Passeggiata Napoletana dal Gambrinus al lungomare e Borgo Marinari con i Narratori dell’Arte di MANI E VULCANI . Prenotazione obbligatoria 081.5643978 – 340.4230980 whatsapp 331.5012768. Quota di partecipazione 10,00 euro con minimo 10 partecipanti. Info  [email protected] – www.manievulcani.com

Uff. Stampa

Simonetta de Chiara Ruffo

Comunicazione – Marketing – Eventi

Cell. 3343195127

[email protected]

 

NOTE SU MANI E VULCANI

Mani e Vulcani è una associazione culturale nata a Napoli nel 2005. Presieduta da Antonello Di Martino, opera per promuovere la cultura e l’arte attraverso attività e iniziative volte ad una migliore fruizione del patrimonio culturale; tutto questo nell’ambito del turismo, delle visite e passeggiate guidate, della didattica e degli eventi. Attraverso la tecnica del racconto, inoltre, ha ideato un nuovo modo emozionale di far rivivere a turisti e ai visitatori la cultura e il territorio. I Narratori dell’Arte di MANI E VULCANI, attraverso una particolare cura per lo studio delle fonti, hanno reinterpretare luoghi noti e meno noti, e hanno dato vita alla Compagnia dei Narratori dell’Arte. La particolarità della compagnia è che non solo studiosi, ma anche attori, musicisti, cantanti e ballerini contribuiscono a far rivivere quello straordinario patrimonio di tradizioni che ha reso la nostra città famosa nel mondo. In continua formazione, i Narratori dell’arte, sono un’esclusiva MANI E VULCANI. Ma Mani e Vulcani è anche un tour operator che cura l’incoming a Napoli ed in tutta la regione Campania, e che si impegna nel proporre un’offerta nuova e di qualità a chi chiede di vivere appieno il proprio viaggio. Infatti propone una vasta scelta di pacchetti turistici, soggiorni a tema, visite guidate, percorsi naturalistici ed enogastronomici, cene spettacolo e laboratori didattici.

 

 

 

 

 

Beach Soccer Catania, Viareggio e Riccione: ecco le prime località della stagione 2016

beach soccerRoma, 21 marzo 2016 - CataniaViareggio e Riccione. Ecco le prime tre località, e relative date, annunciate dal Dipartimento Beach Soccer per la stagione 2016. Tra importanti conferme e significative novità la nuova estate del calcio in spiaggia “ufficiale” prende non solo forma ma anche consistenza. Catania, con la sua imponente Domusbet Arena Beach Stadium, avrà l’onore e l’onere di aprire i giochi, ospitando in sequenza la Euro Winners Cup e la Coppa Italia 2016 dal 1 al 5 giugno 2016. Viareggio, storica location del beach soccer FIGC-LND, sarà invece il teatro della tappa in cui saranno concentrati entrambi i gironi della Serie A (17-19 giugno), con il Matteo Valenti Beach Stadium che per l’occasione sarà potenziato nella capienza e pronto ad ospitare alcune suggestive gare in notturna. Dulcis in fundo, è proprio il caso di dirlo, la sede delle Final Eight: sarà Riccione, capitale del divertimento della riviera romagnola, dal 4 al 7 agosto a fare da sfondo all’epilogo della Serie A 2016 con la sfida della Supercoppa e con gli incontri che decideranno l’assegnazione dello Scudetto. Il Dipartimento Beach Soccer LND ha espresso soddisfazione per questi primi risultati, riscontrando il grande entusiasmo e la straordinaria collaborazione dei promotori locali, delle amministrazioni e club coinvolti nell’organizzazione delle tappe. A breve saranno ufficializzate anche le restanti e location della prossima stagione che si preannuncia ricca di tante altre sorprese.
IL CALENDARIO 2016 Coppa Italia (Catania) 1-5 giugno Serie A / Girone A e Girone B (Viareggio) 17-19 giugno Serie A / Girone B 8-10 luglio Serie A / Girone A 15-17 luglio Serie A / Girone B 22-24 luglio Serie A / Girone A 29-31 luglio Supercoppa e Final Eight (Riccione) 4-7 agosto

La strada del successo, grande partecipazione all’ incontro promosso dai Giovani Industriali di Napoli con il Pm Catello Maresca

 maresca_ggi

La strada del successo, grande partecipazione all’ incontro promosso dai Giovani Industriali di Napoli con il Pm Catello Maresca

 

Mercoledì 16 marzo 2016 alle ore 17:30 si è tenuto presso la sede dell’Unione Industriali di Napoli, in Piazza dei Martiri 58 Napoli, un incontro con il Dr. Catello Maresca, Pubblico Ministero della DDA di Napoli, nell’ambito del Progetto “La strada del successo: incontri e confronti con chi ce l’ha fatta”, promosso dal Vice Presidente del GGI, Vittorio Ciotola, che si  pone l’obiettivo di organizzare momenti di confronto tra giovani imprenditori e personalità che si sono distinte nel loro ambito di attività.

Come primo interlocutore, è stato individuato il Magistrato Catello Maresca, protagonista di importanti vittorie contro la criminalità organizzata e grande esempio di coraggio ed intransigenza verso il malaffare.

L’incontro è stato introdotto dalla presidente del Gruppo  giovani imprenditori Susanna Moccia che ha rivolto un indirizzo di saluto alla folta platea intervenuta, contraddistinta anche dalla partecipazione dei giovani dell’Acen rappresentati dal Presidente Antonio Giustino,che stanno portando avanti insieme agli Industriali questo progetto di incontro e confronto con eccellenze della Regione Campania.  Il lavori sono stati moderati dalla vicepresidente del gruppo giovani imprenditori Gianna Mazzarella .

Nel suo  intervento, il magistrato Maresca, ha toccato alcuni temi trattati nel suo ultimo libro in cui analizza e spiega la criminalità organizzata con un linguaggio talvolta romanzato, dove realtà e fantasia si incrociano, in modo da poter arrivare ad un target variegato. “Ho scritto questo libro pensando a mio figlio – ha dichiarato il magistrato – per rispondere alle sue domande su cosa sia la camorra, cosa siano i casalesi. Tutti devono poter comprendere cosa sia la criminalità organizzata ed adottare un linguaggio più semplice può rendere comprensibile e meno noioso anche un argomento così ostico”.

Il Magistrato ha anche chiarito la sua posizione in merito alla questione dei beni sequestrati alla criminalità organizzata, che secondo il suo punto di vista non sono ancora ben gestiti dallo Stato per quel che concerne l’affidamento ad associazioni, enti o privati all’indomani del sequestro. Sono circa 2 miliardi ha detto Maresca, i beni confiscati in Campania, e ancora non recuperati. Secondo il PM c’è un gap legislativo che va colmato e auspica una legge più adeguata per la gestione di suddetti beni. Grande interesse e condivisione è stato mostrato dai giovani imprenditori sul tema.

Maresca che ha più volte ribadito di “non sentirsi un eroe” ma un uomo che ha scelto in modo volontario di perseguire la strada, che i giovani industriali hanno definito “di successo” ha risposto alle domande dei giovani presenti nell’incontro alla sala Cenzato di Confindustria Napoli ed in particolare ha raccontato come i boss che egli ha contribuito a catturare, come la primula rossa Zagaria, siano stati ritrovati in dei bunker oscuri “sottoterra come topi” una immagine molto diversa da quella che nell’immaginario collettivo si ha di un boss della malavita, sul modello cinematografico di Scarface.

Si è poi ampiamente discusso di come sia cambiato oggi il raket e di come i malavitosi stiano ben attenti a non avvicinarsi a coloro che reputano “persone che denunciano”. E’ storicamente cambiata la camorra e negli ultimi anni rispetto a vent’anni fa il numero delle denunce da parte di industriali è aumentato, rispetto all’omertà e la paura di un tempo.

Infine il magistrato ha raccontato la sua vita “sotto scorta”, i momenti di paura dopo le intimidazioni e la forza di superarle, anche se… commenta “Lo Stato dovrebbe proteggere gli uomini e le donne che operano esponendosi così tanto per l’affermazione della legalità”.

Soddisfatto dell’incontro il vicepresidente GGI Vittorio Ciotola, promotore dell’incontro, che ha dichiarato: “ E’ andata molto bene, c’è stata grande partecipazione ed abbiamo affrontato tematiche molto importanti. Faremo in modo che questo incontro non sia fine a se stesso bensì possa portare ad approfondire quanto discusso oggi anche con delle proposte concrete”.

Moda & terra dei fuochi. Sfondo sociale per la campagna lanciata da Zero Model Agency

luis arsenio Angela Acanfora photographer 2016 zeromodelsagency casting (21)

Moda & terra dei fuochi. Sfondo sociale per la campagna lanciata da Zero Model Agency

Serata di gala dedicata alla memoria del modello e ballerino Alessio Giglio

 

 

Oltre 400 persone hanno partecipato con entusiasmo lo scorso 16 marzo all’evento di Moda e Solidarietà organizzato dalla zero model agency di Luis Arsenio.

Una serata di grande spettacolo svoltasi presso il Kanathe di Bacoli, nel corso del quale centinaia di aspiranti modelli e modelle si sono presentati ad una giuria di fashion blogger e volti noti dello spettacolo per essere selezionati e diventare protagonisti delle prossime campagne stampa dell’agenzia.

La serata ha avuto uno sfondo sociale ed è stata dedicata una riflessione al drammatico problema della terra dei fuochi, presenti in sala infatti c’erano i famigliari di Alessio Giglio, un ballerino e modello strappato alla vita in giovanissima età da una terribile malattia.  La mamma di Alessio commossa ha ringraziato Arsenio per questo omaggio alla memoria del compianto figlio che proprio con la zero model aveva iniziato la sua avventura nel mondo dello spettacolo.

Alla serata hanno preso parte, tra gli altri: l’attore Massimo Carrino, il regista e cantante Anthony Manfredonia, la rockstar inglese Patricia Inder Killmestar, la giornalista Fiorella Bellagotti e il modello di Chiambretti Night Gennaro Lilio.

A distanza di 95 anni, Moscati rivive al Complesso degli Incurabili

IMG_0555

A distanza di 95 anni, Moscati rivive al Complesso degli Incurabili 

 “Giuseppe Moscati, un lampo nell’eterno”  

Spettacolo storico itinerante

Testi e regia Febo Quercia

con Raffaele Ausiello, Annalisa Direttore, Chiara Mazza e Peppe Romano
con la partecipazione di Gennaro Rispoli
Costumi Antonietta Rendina

A distanza di 95 anni dagli insegnamenti di Giuseppe Moscati, proclamato beato il 16 novembre 1975 dal pontefice Paolo VI, va in scena sabato 26 marzo e sabato 16 aprile 2016 (ore 18:30 e 19:30) lo spettacolo storico itinerante “Giuseppe Moscati, un lampo nell’eterno” ideato dall’Associazione Culturale NarteA all’interno del Complesso degli Incurabili di Napoli. La pièce teatrale scritta e diretta da Febo Quercia, con l’interpretazione di Raffaele Ausiello, Annalisa Direttore, Chiara Mazza e Peppe Romano, è in collaborazione con il prof.re Gennaro Rispoli, presidente del Museo delle Arti Sanitarie, che ha collaborato per la realizzazione della Fiction Rai con Beppe Fiorello.

Oggi Napoli ha perduto un grande medico, ma i poveri hanno perso tutto”. Viene accolta così la notizia della morte di Giuseppe Moscati, uomo di fede e di scienza, esempio di carità cristiana e grande innovatore nel campo della medicina e della ricerca. Moscati verrà proclamato santo nel 1987 per il coraggio mostrato non solo nelle circostanze eccezionali, come l’eruzione del Vesuvio e l’epidemia di colera, ma soprattutto per quanto dimostrato nelle sfide di tutti i giorni, nella dedizione disinteressata verso malati e poveri. 
“Giuseppe Moscati, un lampo nell’eterno” farà rivivere nel museo e nelle sale Moscati, oltre che nella Farmacia storica del Complesso degli Incurabili, la vita di un uomo che resterà impresso nell’eternità, poiché “non la scienza, ma la carità ha trasformato il mondo […]; e solo pochissimi uomini sono passati alla storia per la scienza; ma tutti potranno rimanere imperituri, simbolo dell’eternità della vita…”.
Non molti, a dire il vero, conoscevano Moscati: la maggior parte si accontentò di veder confermato un punto essenziale dell’insegnamento conciliare, ossia che anche i laici sono chiamati alla santità e possono realizzarla nel mondo attraverso l’esercizio della loro professione secolare; qualcuno ne sapeva di più e poteva predicare a lungo sulle particolari virtù di questo “nuovo Santo”; pochi sono stati disposti a confrontarsi con un dato irriducibile: la concezione di laicità vissuta e difesa da Moscati. Il suo amore fu per tutti i bisognosi, la sua coerenza evangelica fu emblematica, il sacrificio di sé fu ammirevole. Moscati non ebbe limiti, non rispettò distinzioni.
Limitarsi a credere o meno alle sue gesta, non impegna la persona nella sua responsabilità verso l’eternità, dove siamo destinati in ogni caso a vivere. Moscati vedeva questo “limite” accettato da tanti uomini, ne soffriva e andando controcorrente, seguiva la Verità, senza cedimenti o compromessi o reticenze. Il suo modus vivendi fu imperterrito: “Ama la verità; mostrati qual sei, e senza infingimenti e senza paure e senza riguardi. E se la verità ti costa la persecuzione, e tu accettala; e se il tormento, e tu sopportalo. E se per la verità dovessi sacrificare te stesso e la tua vita, e tu sii forte nel sacrificio.”

Foto di scena Marco Venezia.

 

Per partecipare all’evento, è obbligatorio prenotare ai numeri 339.7020849 e  334.6227785 per limite posti. La quota di partecipazione è di €15,00 a persona.

 

Ufficio stampa NarteA| Annacarla Tredici |+39 333.9513421 |[email protected]

NarteA, la funzione del “teatro nel turismo” ed altre novità alla BMT di Napoli 2016

Il Testamento di Pietra di NarteA - ph Vittorio Sciosia

NarteA, la funzione del “teatro nel turismo” ed altre novità alla BMT di Napoli 2016

Da venerdì 18 a domenica 20 marzo 2016, presso Mostra d’Oltremare di Napoli, nell’ambito della Borsa Mediterranea del Turismo, l’Associazione Culturale NarteA presenta nuovi progetti e collaborazioni territoriali a conferma di quanto la funzione del “teatro” in ambito turistico – format ideato da NarteA da dieci anni – sia testimonianza di una scommessa vincente. Partendo dai propri format in diverse lingue e dalle nuove sinergie regionali, NarteA mette in rete inedite progettazioni di spettacolo storici itineranti e tour enogastronomici al fine di rendere la Campania una regione innovativa e all’avanguardia.

 

La funzione de il teatro nel turismo” rappresenta la scommessa vincente di una giovane realtà napoletana composta da professionisti che, da circa dieci anni, hanno ideato una nuova forma per conoscere e valorizzare la propria regione. L’Associazione Culturale NarteA si presenta per il quinto anno consecutivo alla BMT – Borsa Mediterranea del Turismo che avrà luogo alla Mostra d’Oltremare dal 18 al 20 marzo 2016, in piena autonomia e con la massima visibilità, al padiglione n°3 presso lo stand 3002. Pronta a mostrare le inedite proposte per la prossima stagione e le nuove sinergie avviate: NarteA mostrerà esclusivi spettacoli di ricostruzione storica,  visite guidate teatralizzate e particolari tour enogastronomici.

NUOVI PROGETTI CULTURALI. Durante la tre giorni, verranno presentati nuovi scenari e format turistici-culturali destinati a diversi target: NarteA è sempre attenta alla continua evoluzione del turismo e dei suoi destinatari, preparandosi così a rispondere in modo innovativo e originale – con format esclusivi come le proposte di visite guidate teatralizzate, spettacoli storici itinerantiitinerari musicali teatralizzati e cene teatralizzate – alle molteplici e differenti richieste turistiche internazionali. A tal fine, NarteA allestirà nel padiglione 3 stand 3002 l’area di promozione delle proposte, pacchetti (gruppi, cral, meeting e congressuali), di spettacoli ed itinerari turistici – tradizionali o teatralizzati, integrati o tematici – nella più ampia accezione del termine, con la volontà di rilanciare un’immagine sempre più “moderna” di una regione che offre un’inestimabile ricchezza culturale, artistica, folcloristica, enogastronomica.

RENDERE LA CAMPANIA ALL’AVANGUARDIA. “Nell’era moderna, la forza del turismo consiste nella capacità di offrire proposte originali, inclusive e all’avanguardia, che riescono ad abbracciare un ampio range di pubblico sia italiano che straniero – spiega Mariano Penza, vicepresidente di NarteA – Da qui nasce l’esigenza di creare una rete di collaborazioni come con la Fisar Caserta e con “Racconti di Terra – Artigiani del Gusto”. Una rete fra produttori di eccellenze turistiche ed enogastronomiche oltre che a Napoli anche nell’area incontaminata dell’Alto Casertano: questo è lo spirito che anima la collaborazione tra NarteA, Fisar Caserta e gli Artigiani del Gusto, per dare voce alle grandi ricchezze del territorio campano e raccontare la terra, le sue molteplici facce, la sua anima più profonda e vera, un invito a conoscere odori e sapori, facendo accoglienza in luoghi meravigliosi.

UN’OFFERTA TURISTICA INNOVATIVA.  Per comprendere a fondo un luogo è necessario conoscerlo a 360 gradi: NarteA si impegna a rendere fruibile il territorio campano attraverso l’utilizzo delle risorse artistiche-storiche-culturali in modo unico e originale. Una forte sinergia con le strutture e con le organizzazioni locali sono una base indispensabile per offrire al potenziale pubblico la possibilità di scegliere un’alternativa turistica completa, emozionante e innovativa, che si conferma come tratto distintivo di NarteA. “È imprescindibile riporre l’accento su una offerta turistica all’avanguardia ed appassionante. L’esperienza di visita deve essere indimenticabile,deve lasciare un ricordo e quindi deve mirare dritto all’emozione. In questo modo, la nostra offerta risulta idonea ad ogni tipo di target che voglia conoscere a fondo la Campania – chiarisce Erika Quercia, presidente di NarteA – Con il nostro progetto, proviamo a diffondere l’importanza del turismo “EMOZIONALE” che si avvale dell’arte del teatro e della musica come ingredienti principali”.

 

 

Per ulteriori informazioni

UFFICIO STAMPA 

Annacarla Tredici

333.9513421 | [email protected]

 

 


Hit Counter provided by laptop reviews